ESCLUSIONE FILTRO ANTI PARTICOLATO

Mandaci il tuo file originale e la tua richiesta a info@serialchip.it

Moderatori: tripix, vince Amministratore, tuning evolution

Rispondi
Avatar utente
vince Amministratore
Amministratore Moderatore
Messaggi: 2062
Iscritto il: 24/01/2015, 19:48
Località: Como
Contatta:

ESCLUSIONE FILTRO ANTI PARTICOLATO

Messaggio da vince Amministratore » 28/12/2017, 18:29

ESCLUSIONE FILTRO ANTI PARTICOLATO
particulate-filter.jpg
spia-fap-dpf.jpg
dpf-800x360.jpg
Come-rigenerare-filtro-antiparticolato.jpg

L’esclusione filtro anti particolato può essere eseguito tramite la programmazione della centralina, e le sonde di temperatura e pressione non saranno più necessarie. La parte di scarico contenente il filtro dovrà essere obbligatoriamente sostituita con un tubo dritto (downpipe) oppure tagliata e svuotata del suo interno per poi essere risaldata, così da permettere ai gas di scarico di fuoriuscire senza ostruzioni. Il veicolo non effettuerà più alcuna rigenerazione, lasciando sempre originale il suo programma di iniezione e quindi i consumi. Infine in diagnosi verranno nascosti tutti i parametri legati al filtro anti particolato. L’esclusione del fap è illegale per i veicoli omologati per uso stradale.

ESCLUSIONE FILTRO ANTI PARTICOLATO – AFFIDATI AI VERI ESPERTI
CHE COSA È IL FILTRO ANTI PARTICOLATO?
Il Filtro Anti Particolato è un dispositivo anti inquinamento installato nella marmitta nella maggior parte dei veicoli diesel in commercio, in futuro verrà installato anche sui veicoli benzina.

COME FUNZIONA IL FILTRO ANTI PARTICOLATO?
Il Filtro Anti Particolato è un dispositivo anti inquinamento installato nella marmitta nella maggior parte dei veicoli diesel in commercio, in futuro verrà installato anche sui veicoli benzina. Il suo funzionamento è quello di bloccare e conservare i gas di scarico per evitarne l’emissione nell’atmosfera. La centralina di gestione motore è in grado di calcolare lo stato del filtro grazie a sensori di temperatura e pressione montati prima e dopo. Quando il filtro è pieno, le temperature e le pressioni del filtro aumentano vertiginosamente, in questo caso la centralina inizia la fase di rigenerazione, che consiste nel modificare il programma di iniezione originale aumentando la quantità di gasolio da iniettare che non verrà bruciata in camera di combustione, quindi fuoriesce dal motore e attraversa la marmitta fino ad arrivare al filtro anti particolato, dove le elevate temperature provvederanno a bruciare il carburante e le sostanze accumulate nel filtro. La domanda a cui nessuno risponde è: dove vanno a finire le sostanze contenute nel fap quando vengono bruciate? e cosa succede chimicamente durante la fase rigenerazione? Per quanto il sistema possa sembrare una rivoluzione nel settore automobilistico e ambientale, dobbiamo affrontare alcuni aspetti tecnici che potrebbero farci cambiare idea sull’efficienza di questo sistema. Esclusione Filtro Anti Particolato
IL FILTRO ANTI PARTICOLATO È PERICOLOSO PER LA SALUTE UMANA?
Richio-inalazione-polveri-sottili-del-filtro-anti-particolato-400x360.jpg
La legge di conservazione della massa dice “Nulla si crea, nulla di distrugge, tutto si trasforma”. Il filtro anti particolato contiene tutto ciò che viene rilasciato dalla combustione del diesel, fra cui anche particelle metalliche e carboniose provenienti dal motore. In un motore sprovvisto di fap, queste sostanze sono abbastanza grandi da non essere ritenute pericolose per la salute umana perché fermandosi nelle prime vie respiratorie, non riescono a penetrare negli alveoli polmonari. In un motore provvisto di fap queste sostanze vengono bruciate e le molecole che fuoriescono dal filtro risultano molto più piccole rispetto quelle originali, quindi riescono a bypassare i filtri delle vie respiratorie raggiungendo facilmente i polmoni. Le molecole che fuoriescono da un veicolo senza fap si definiscono in termini di grandezza PM10 (microparticelle), il massimo che possono provocare è l’asma. Le molecole che fuoriescono da un veicolo con fap si definiscono PM2 (nanoparticelle), esse provocano tumori e sono identiche a quelle prodotte dai termo-valorizzatori (inceneritori). La definizione di questo filtro come “verde” non è corretta, perché questa si verifica solo durante le condizioni standard del filtro, non viene quindi considerato tutto quello che succede dopo nella fase di rigenerazione. Nelle grandi città, dopo la sua introduzione nel 2007 circa, è stato riscontrato un aumento vertiginoso delle malattie legate alle polveri sottili e le più grandi autorità mondiali sulla salute hanno riconosciuto il filtro anti particolato come dispositivo pericolosissimo per la salute umana, molto più pericoloso delle vecchie marmitte catalitiche (euro 3). Rischio inalazione polveri sottili del filtro anti particolato
COSA SUCCEDE AGLI INIETTORI?
Durante la fase di rigenerazione gli iniettori aumentano la frequenza di funzionamento, raggiungendo spesso il limite massimo imposto dai produttori. Questo provoca un aumento di temperatura e un usura anticipata rispetto il ciclo di vita standard.

PERCHÈ IL LIVELLO DELL’OLIO SI ALZA NEI MOTORI DOTATI DI FAP?
Non tutto il gasolio aggiunto in fase di rigenerazione va a finire nella marmitta per la pulizia del filtro, una parte di esso trafila nel motore e si mischia con l’olio. Questo è il motivo per cui durante la manutenzione del veicolo capita spesso di trovare il livello dell’olio superiore al limite massimo, ovviamente la miscela olio-diesel è pericolosissima per il motore.

COSA SUCCEDE ALLE TURBINE?
Le turbine dei veicoli dotati di Filtro Anti Particolato sono costrette a lavorare a temperature più elevate e in condizioni meno pulite perché il fap blocca i gas di scarico e facilita la formazione di sostanze pericolose per il motore che grazie alla valvola di ricircolo dei gas di scarico (seconda causa principale di rottura dei veicoli diesel moderni) verranno reintrodotte nell’aspirazione. Quindi attraverso il turbo e il collettore di aspirazione passeranno più volte miscele sporche che danneggiano i componenti del turbo compressore e i sensori di pressione presenti nel collettore di aspirazione.

Spia di errore FAP
PERCHÉ LA MIA MACCHINA NON RIESCE A RIGENERARE IL FAP?
Esistono due tipi di rigenerazioni, quella automatica e quella forzata. La rigenerazione automatica viene attivata dalla centralina quando il veicolo soddisfa determinati requisiti che variano di modello in modello, fra cui velocità veicolo (es: maggiore di 100 km/h), velocità del motore (es: maggiore di 2500 giri) e temperatura filtro anti particolato (es: maggiore di 650°C). La procedura di rigenerazione inizia a portare benefici sostanziali al filtro dopo circa 30 minuti, questi tempi sono ideali per i veicoli che percorrono quotidianamente distanze notevoli, magari in autostrada. Per quelli che percorrono brevi distanze, la rigenerazione potrebbe non iniziare oppure essere interrotta in anticipo, provocando l’intasamento del filtro e la presenza di errori nel quadro. Gli errori nel quadro ci indicano di recarci presso un officina autorizzata per effettuare la rigenerazione forzata, questa viene attivata tramite computer diagnostico direttamente dai tecnici. In casi positivi la rigenerazione forzata risolve il problema e resetta gli errori della centralina. In caso negativo sarà obbligatorio smontare il fap e pulirlo con sistemi professionali o addirittura sostituirlo con un nuovo, i prezzi di sostituzione si aggirano a circa 1200-2500 euro e 150-300 euro per la pulizia al banco. Tramite strumento diagnostico è possibile verificare il livello di intasamento del fap. Abbiamo riscontrato che la rigenerazione automatica e quella forzata, in realtà, non riescono a pulire il filtro in maniera completa, il massimo che siamo riusciti a verificare è stato abbassare il livello di intasamento dal 100% al 50%. Quindi la procedura di pulizia al banco risulta più costosa ma anche più efficace. Noi riteniamo che il fap sia la causa principale di rottura dei veicoli insieme alla valvola egr. Differenze di un fap pulito e intasato
SI RISPARMIA CARBURANTE ELIMINANDO IL FILTRO ANTI PARTICOLATO?
È stato verificato che il 7% del carburante viene utilizzato durante la fase di rigenerazione del filtro, quindi è semplice calcolare i guadagni che si possono ottenere escludendo questo sistema.



ELENCO CENTRALINE DOVE POSSIAMO ESCLUDERE IL FAP:
AEBI SMIDTH
BOSCH EDC17CP52


ALFA ROMEO
BOSCH EDC17C49
BOSCH EDC17C69
MARELLI MJD6
MARELLI MJ8D


BMW
BOSCH EDC16C31
BOSCH EDC16C35
BOSCH EDC16CP35
BOSCH EDC17C06
BOSCH EDC17C41
BOSCH EDC17C50
BOSCH EDC17C56
BOSCH EDC17CP02
BOSCH EDC17CP09
BOSCH EDC17CP45
BOSCH EDC17CP49


CHEVROLET
BOSCH EDC16C39
BOSCH EDC17CP18
BOSCH EDC17C59
DELCO E7x
DELCO E8x
DELPHI DCM3.7


CHRYSLER
BOSCH EDC16CP31
BOSCH EDC17C49


CITROEN
BOSCH EDC16C0
BOSCH EDC16C3
BOSCH EDC16C34
BOSCH EDC16C39
BOSCH EDC16CP39
BOSCH EDC17CP11
BOSCH EDC17CP42
BOSCH EDC17C10
BOSCH EDC17CP52
DELPHI DCM3.5
MARELLI MJ8D
SIEMENS SID208
SIEMENS SID803
SIEMENS SID803A
SIEMENS SID807


DACIA
BOSCH EDC17C42
DELPHI DCM3.4
SIEMENS SID305
SIEMENS SID306


DODGE
BOSCH EDC16CP31
BOSCH EDC16U31
BOSCH EDC16U34
BOSCH EDC17C79


FIAT
BOSCH EDC16C39
BOSCH EDC17C49
BOSCH EDC17CP52
DELPHI DCM3.5
MARELLI MJD6
MARELLI MJ8D
MARELLI MJ8F
SIEMENS SID803
SIEMENS SID803A
VISTEON DCU10x


FORD
BOSCH EDC16C34
BOSCH EDC16CP39
BOSCH EDC17C10
BOSCH EDC17CP05
BOSCH EDC17CP42
BOSCH EDC17C70
DELPHI DCM3.5
MARELLI MJD6
MARELLI MJ8D
SIEMENS SID206
SIEMENS SID208
SIEMENS SID209
SIEMENS SID803
SIEMENS SID803A
SIEMENS SID807
VISTEON DCU102
VISTEON DCU106
VISTEON DCU201


HONDA
BOSCH EDC16C31
BOSCH EDC17CP06
BOSCH EDC17CP16
BOSCH EDC17CP50
BOSCH EDC17C58


HYUNDAI
BOSCH EDC16C39
BOSCH EDC17C08
BOSCH EDC17CP14
BOSCH EDC17C53
BOSCH EDC17C57
DELPHI DCM3.7


INFINITY
BOSCH EDC16CP42


IVECO
BOSCH EDC16C39
BOSCH EDC17C49
BOSCH EDC17CP52
BOSCH EDC17CV41


ISUZU
TRANSTRON


JAGUAR
BOSCH EDC17CP11
BOSCH EDC17CP42
SIEMENS SID201
SIEMENS SID204


JEEP
BOSCH EDC16U34
BOSCH EDC16CP31
BOSCH EDC17C49
BOSCH EDC17C79
BOSCH EDC17CP27
DELPHI CRD2.x


JOHN DEERE
PHOENIX Lxx


KIA
BOSCH EDC16C39
BOSCH EDC17C08
BOSCH EDC17CP14
DELPHI DCM3.7


KUBOTA
DENSO


LANCIA
BOSCH EDC17C49
BOSCH EDC17CP27
MARELLI MJD6
MARELLI MJ8D


LAND ROVER
BOSCH EDC16CP39
BOSCH EDC17CP11
BOSCH EDC17CP42
SIEMENS SID201
SIEMENS SID204
SIEMENS SID208


LDV
BOSCH EDC1639

LTI
BOSCH EDC1639


LEXUS
DENSO


MAHINDRA
BOSCH EDC17C53


MAZDA
BOSCH EDC16C34
DENSO
SIEMENS SID807


MERCEDES
BOSCH EDC16C31
BOSCH EDC16C32
BOSCH EDC16CP31
BOSCH EDC16CP36
BOSCH EDC17C42
BOSCH EDC17C43
BOSCH EDC17C66
BOSCH EDC17CP01
BOSCH EDC17CP10
BOSCH EDC17CP46
BOSCH EDC17CP57
DELPHI CRD1.x (DCM3.2)
DELPHI CRD2.x (DCM3.5)
DELPHI CRD3.X


MINI
BOSCH EDC16C35
BOSCH EDC17C41


MITSUBISHI
BOSCH EDC16C3
BOSCH EDC16C31
BOSCH EDC16U31
BOSCH EDC17C49
BOSCH EDC17CP15
BOSCH EDC17CP52
DENSO


NEW HOLLAND
BOSCH EDC17C49


NISSAN
BOSCH EDC16CP33
BOSCH EDC16CP42
BOSCH EDC17C42
BOSCH EDC17C84
DELPHI DCM3.4
DENSO
SIEMENS SID301
SIEMENS SID304
SIEMENS SID305


OPEL
BOSCH EDC16C36
BOSCH EDC16C39
BOSCH EDC16CP33
BOSCH EDC17C11
BOSCH EDC17C18
BOSCH EDC17C19
BOSCH EDC17C42
BOSCH EDC17C84
BOSCH EDC17C49
BOSCH EDC17CP47
BOSCH EDC17C59
DELCO E7x
DELCO E8x
DELPHI DCM3.7
DENSO
MARELLI MJD6
SIEMENS SID309


PEUGEOT
BOSCH EDC16C0
BOSCH EDC16C3
BOSCH EDC16C34
BOSCH EDC16C39
BOSCH EDC16CP39
BOSCH EDC17CP11
BOSCH EDC17CP42
BOSCH EDC17C10
BOSCH EDC17CP52
DELPHI DCM3.5
SIEMENS SID208
SIEMENS SID803
SIEMENS SID803A
SIEMENS SID807


PIAGGIO
BOSCH EDC17C08


PORSCHE
BOSCH EDC17CP14
BOSCH EDC17CP44


RENAULT
BOSCH EDC16C3
BOSCH EDC16C36
BOSCH EDC16CP33
BOSCH EDC17C11
BOSCH EDC17C42
BOSCH EDC17CP19
BOSCH EDC17CP58
SIEMENS SID301
SIEMENS SID303
SIEMENS SID304
SIEMENS SID305
SIEMENS SID307
SIEMENS SID309


SAAB
BOSCH EDC17CP21


SMART
BOSCH EDC16C31


SUBARU
DENSO


SUZUKI
BOSCH EDC16C3
BOSCH EDC16C39
BOSCH EDC17C49


TATA TRUCKS
BOSCH EDC17CV54


TOYOTA
BOSCH EDC16C34
BOSCH EDC17CP07
BOSCH EDC17C73
DENSO


VAG (VOLKSWAGEN, AUDI, SEAT, SKODA)
BOSCH EDC16U1
BOSCH EDC16U31
BOSCH EDC16U34
BOSCH EDC16CP34
BOSCH EDC17U01
BOSCH EDC17U05
BOSCH EDC17CP04
BOSCH EDC17CP14
BOSCH EDC17CP20
BOSCH EDC17CP24
BOSCH EDC17CP44
BOSCH EDC17C46
BOSCH EDC17C54
BOSCH EDC17C64
SIEMENS PCR2.1


VOLVO
BOSCH EDC16C31
BOSCH EDC16C34
BOSCH EDC17CP22
BOSCH EDC17CP48
SIEMENS SID206
SIEMENS SID803A
SIEMENS SID807
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

malaitt
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Messaggi: 4
Iscritto il: 23/03/2019, 11:32

Re: ESCLUSIONE FILTRO ANTI PARTICOLATO

Messaggio da malaitt » 21/05/2019, 7:28

perfetto, già usufruito di questo servizio e tutto e andato a buon fine.

blitz
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Messaggi: 4
Iscritto il: 27/05/2019, 15:44

Re: ESCLUSIONE FILTRO ANTI PARTICOLATO

Messaggio da blitz » 20/06/2019, 9:48

ottimo servizio. top top!

Rispondi

Torna a “Servizio modifica files online”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti